Sei in: Home >  Cittadino >  Persona >  Cittadinanza

Cittadinanza

- Domanda per concessione della cittadinanza italiana

Cosa è, a cosa serve
Possono presentare domanda per la concessione della cittadinanza italiana i cittadini stranieri o apolidi che si trovano nelle condizioni previste dalla Legge 5.2.1992 n. 91 e nei conseguenti regolamenti.

I casi principali sono:
- coniuge di cittadino italiano che risiede da almeno 6 mesi in Italia, oppure, se risiede all'estero, se è sposato da almeno tre anni
- cittadino straniero che risiede in Italia da almeno dieci anni
- cittadino apolide che risiede in Italia da almeno 5 anni
- cittadino straniero di ceppo italiano o nato in Italia che vi risieda da almeno tre anni
- cittadino dell'Unione Europea che risiede da almeno 4 anni in Italia
- straniero maggiorenne adottato da cittadino italiano, se risiede da almeno 5 anni in Italia dopo l'adozione
- straniero che ha prestato servizio per lo Stato Italiano per almeno 5 anni

Come presentarla
La domanda va presentata al Prefetto della Provincia competente per residenza o, in caso di residenza all'estero, all'Autorità Consolare.
I modelli di domanda con l'indicazione di tutta la documentazione necessaria sono disponibili in Comune o scaricabili dalla sezione “allegati” (in fondo alla pagina)

Dove e quando presentarla
Ufficio Stato Civile,

- Decreto di concessione della cittadinanza italiana

Cosa è, a cosa serve
Il cittadino straniero al quale è stata accettata la domanda per l'acquisto della cittadinanza italiana riceve un decreto di concessione della cittadinanza che deve essere trascritto nei Registri di Stato Civile del Comune di residenza.
La trascrizione non può essere eseguita ed il decreto non è più valido se entro 6 mesi dalla notifica dello stesso, il cittadino straniero non presta giuramento dinanzi al Sindaco.

Come ottenerlo
Il cittadino che deve prestare giuramento dinanzi al Sindaco (previo apuntamento) e chiedere la trascrizione del decreto di concessione della cittadinanza italiana deve presentarsi all'Ufficio di Stato Civile munito di documento di riconoscimento e del decreto.
La documentazione necessaria a dimostrare il possesso dei requisiti richiesti per procedere sarà acquisita d'ufficio.
Gli atti di stato civile necessari dovranno essere redatti alla presenza di due testimoni maggiorenni muniti di documento di riconoscimento.

Dove e quando ottenerlo
Ufficio Stato Civile,

- Dichiarazione per acquisto o riacquisto della cittadinanza italiana

Cosa è, a cosa serve
La cittadinanza italiana può essere acquistata o riacquistata da cittadini stranieri se vengono a trovarsi in particolari condizioni previste nella Legge 5.2.1992 n. 91 e nei conseguenti regolamenti e dichiarano la loro intenzione all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune di residenza.

Le principali situazioni che interessano in tal senso sono:

A) straniero di ceppo italiano che:
- presta servizio militare per lo Stato Italiano
- diviene pubblico impiegato dello Stato Italiano
- al raggiungimento della maggiore età risiede legalmente da almeno due anni in Italia

B) stranieri che sono nati in Italia e vi hanno risieduto ininterrottamente sino alla maggiore età

Come effettuarla
La dichiarazione di volontà relativa alla possibilità di acquistare o riacquistare la cittadinanza italiana deve essere resa dal diretto interessato, presentandosi all'Ufficio di Stato Civile munito di documento di riconoscimento e della documentazione che prova il possesso delle condizioni previste dalla legge.
Nel caso in cui dette condizioni siano certificabili da enti pubblici italiani i documenti saranno acquisiti d'ufficio.
La dichiarazione va resa alla presenza di due testimoni maggiorenni muniti di documento di riconoscimento.

Dove e quando
Ufficio Stato Civile,

Informazioni
Ufficio Stato Civile,

Dimensione del testo Caratteri del testo:    Molto piccoli | Piccoli | Normali | Grandi | Molto grandi